0043_Elèna
tavolo in legno e resina
localizzazione 
anno_2012
cliente_concorso per Riva1920
collaboratori_arch. A. Vergot
stato_prototipato
  

Elèna è un tavolo monolitico costituito da due soli materiali, il legno delle briccole con i loro pertugi, le loro irregolarità, la loro lunga storia, e la resina, lucida, asettica e pura. Il contrasto materico è immediato, sia visivamente che al tatto, l'uno caldo, l'altra fredda, l'uno plasmato dal tempo e dalla natura, l'altra sintetica e omogenea. Elèna nasce da una colata di resina in cui vengono affogate tavole di legno ricavate da quella parte di briccola che rimane immersa sott'acqua a ridosso della porzione che sta infilata nel sottosuolo. Questa parte del palo risulta mangiata e attraversata dai molluschi marini, ma non presenta grosse variazioni di diametro, per cui vi si possono ricavare tavole abbastanza regolari da poter affiancare tra di loro a comporre una nuova texture. La resina, durante la colatura, entra nelle gallerie scavate dalla natura e diventa parte integrante delle tavole di legno, creando così un legame indissolubile con il legno frastagliato delle briccole.